L’1 Settembre 1923, alle ore 11 e 58 minuti, si scatenò il famoso terremoto del Kanto in Giappone. Fù stimato un sisma di manitudo pari a 7,9 con epicentro la baia di Sagami e durò, secondo le testimonianze dell’epoca, fra i 4 ed i 10 minuti complessivi.

Fù un vero e proprio disastro, con morti stimati fra i 100’000 ed i 142’000, mentre i dispersi ( presumibilmente deceduti) furono 37’000.

Nel 1959 ci fù il Tifone Vera, conosciuto anche come il Tifone Isewan, che causò 4’000 morti ( diventando così il Tifone più letale sul suolo Giapponese), danni per più di 600 Milioni di Dollari, provocando forti ripercussioni sull’economia Giapponese ( che ancora doveva riprendersi pienamente dalla Seconda Guerra Mondiale) .

Nel 1960 venne indetto, dal Governo Giapponese, che il Primo Settembre di ogni anno fosse la giornata dedicata alla Prevenzione delle Catastrofi.

Il Giappone non è nuovo ad eventi climatici e naturali come Tifoni, Alluvioni, terremoti, Eruzioni, etc. etc. edè forse uno dei paesi più preparati ad affrontare tali catastrofi.

Ogni anno, in questa giornata, vengono messe in atto diverse esercitazioni in tutto il Giappone così da poter sensibilizzare la popolazione ed esercitarla a comportarsi nelle modalità più adatte da mantenere la tranquillità e l’ordine in caso di catastrofe ambientale.

Proprio recentemente, durante il 2017, il Giappone ha ripreso ad esercitarsi anche in caso di attacco missilistico da parte di paesi stranieri ( come la Corea del Nord), dopo le continue minacce da parte del Dittatore Nord Coreano Kim Jong Un nei confronti del Giappone.

SHARE
Nato a Manerbio nella provincia di Brescia nel 1989, vive attualmente nella città del Violino, Cremona. Appassionato da sempre di Fumetti, fra manga e comics, e del mondo del Sol Levante. Nel 2013 fonda "The Japanese Dreams . Com " assieme a Carlotta Labbate, con l'intento di creare un portale di informazione generale (Guide di Viaggio, Consigli, Articoli, Video, Fotografie) sul Giappone.